ARTIST STATMENT


6 5 4 3 12

Dichiarazione dell’artista

Come artista il mio obiettivo è spiegare il concetto su cui si basa mio lavoro, e al tempo stesso la sua tecnica.
Credo fermamente che per essere un’artista rispettata sia necessario conoscere molto bene i materiali, e come saperli lavorare, perché la scelta del mezzo (scultura, pittura, incisione, performance) non è l’elemento più importante. È necessario anche comunicare un messaggio allo spettatore ed essere coinvolti, far parte della società. Se si dominano le tecniche, ci si riesce ad adattare subito alle situazioni e spiegare il messaggio che si vuole trasmettere.

Attualmente il mio lavoro coinvolge il corpo umano: le paure, gli orrori, il corpo come uno specchio…. E lo sto mettendo in relazione a filosofi e psicoanalisti come Luce Irigaray o Jacques Lacan, cercando di districare i confini delle rappresentazioni dalle figure di donna.
Cerco anche di sottolineare gli aspetti psicologici, sociali e politici rintracciabili nel corpo, comprese le perversioni dell’immagine.
Un altro aspetto su cui vorrei fare ricerca in profondità è l’estetica e la politica non rappresentazionale nei dipinti , una delle aree più ignorate della figura umana incarnata.
Penso che sia possibile sfidare il paradigma critico modernista che svaluta continuamente il corpo femminile e vorrei mettere in relazione tra loro i pensieri di Luce Irigaray nel suo capolavoro “Speculum dell’altra donna”.
Inoltre vorrei ricordare che è incredibile tutte le letture diverse che svettano in un corpo, la disabilità, le prestazioni, le questioni politiche, l’immagine di sé. La cosa più importante per me è far sperimentare e vivere allo spettatore sensazioni ed emozioni.
Come sottolinea Rudolph Arnheim, è molto meglio che ci arrendiamo alla magia, appena ricordiamo la questione Come è stato fatto?

Io non posso separare la mia vita dall’arte, perché è sempre presente .
Amparo Latorre Romero